La storia di Libby

Da madre adottiva e capo ufficio, Libby ha sempre vissuto in modo frenetico. Dopo la pensione nel 2001, ha continuato ad occuparsi dei suoi tre nipoti, trascorrendo più tempo con la famiglia e gli amici ed occupandosi dei suoi hobby tra cui la decorazione, i viaggi e la lavorazione del legno.
Nel corso degli anni, Libby ha sempre goduto di ottima salute. Infatti per la sua famiglia e per gli amici, era il ritratto della salute. Tuttavia la maggior parte di loro non sapeva che, nel 2004, aveva scoperto un soffio al cuore, che aveva evidenziato una condizione denominata “prolasso della valvola mitrale”.

La valvola mitrale del cuore controlla il flusso del sangue dai polmoni al cuore ed in tutto il sistema circolatorio del corpo. Con tale patologia, la valvola mitrale del cuore non funziona correttamente e può causare sintomi come debolezza, mancanza del respiro, sudorazione eccessiva e nausea.
All’epoca, Libby non accusava alcun sintomo e, di conseguenza, non era stato necessario applicare il trattamento. Per precauzione si sottoponeva ogni anno alle visite cardiologiche per accertarsi che le sue condizioni non peggiorassero.

Un improvviso cambiamento

Per tre anni, Libby non avvertì alcun sintomo e proseguì il suo dinamico stile di vita. Me nella primavera del 2007 inizia a sentirsi improvvisamente molto stanca. Nel giro di poche settimane fare una rampa di scale richiese diverse pause poiché Libby non riusciva a trovare la forza di arrivare in cima.
Presto diventò una sfida anche scendere le scale. Le più basilari faccende domestiche come cucinare, pulire, fare il bucato le prendevano tutte le sue energie. E diventò estremamente difficile prendere in braccio il piccolo nipote di cui si prendeva cura ogni giorno.

All’epoca, Libby che aveva 71 anni, non diede molto peso a questi improvvisi cambiamenti. “ Ho pensato che forse stavo esagerando”. Tutto è cambiato il 7 giugno del 2007, quando ha avvertito un forte dolore alle scapole e mancanza di respiro. Spaventata, Libby chiama suo figlio, responsabile del servizio locale di pronto soccorso, che immediatamente gli invia a casa un’ambulanza.

I paramedici trasportano Libby in ospedale, dove effettua un completo screening che rivela che la sua valvola mitralica non funzionava più correttamente e che necessitava di riparazioni. Il prolasso della valvola mitrale aveva anche portato Libby a sviluppare un battito cardiaco irregolare chiamato fibrillazione atriale, che può causare coaguli di sangue e ictus. Oltre a curare la valvola cardiaca, durante la procedura, il chirurgo cardiaco trattò anche la fibrillazione atriale di Libby con una procedura chiamata ablazione chirurgica.

L’intervento era stato fissato una settimana dopo il suo arrivo in ospedale. Durante la procedura di riparazione delle valvole cardiache, tuttavia, il cardiochirurgo trovò la  valvola mitrale di Libby in condizioni peggiori di quanto aveva pensato all’inizio. La valvola doveva essere sostituita con una nuova valvola cardiaca.. La valvola è una valvola di tessuto ottenuto dallo  stent del cuore di un maiale, che è molto simile a un cuore umano. I lembi della valvola si aprono e si chiudono come quelli di un cuore umano per controllare il flusso sanguigno.  E’ stato approvato dalla FDA ed è stato usato in tutto il mondo per il trattamento di malattie cardiache come il prolasso della  valvola cardiaca per più di 25 anni. "Il chirurgo ha detto che la scelse per la sua longevità," condivise Libby. "Questo mi suonava bene". Dopo l'impianto della nuova valvola biologica II, il medico ha eseguito l'intervento chirurgico di ablazione per contribuire a curare la fibrillazione atriale di Libby. L'intera procedura durò 6 / 7 ore. Il giorno dopo, Libby iniziò a camminare su e giù per le scale dell'ospedale con poco sforzo. Cinque giorni dopo, andò a casa, sentendosi di nuovo se stessa.

Oggi Libby è di nuovo attiva e forte. Lei sta facendo tutto quello che faceva prima dell’intervento chirurgico eccetto occuparsi dei suoi nipoti. Viaggi a Outer Banks e Atlantic City sono diventate ora escursioni piacevoli. “Apprezzo di nuovo la vita. La sostituzione della valvola cardiaca ha  segnato la differenza per me. Mi sento come se fossi nuova di zecca”.
 

Questa testimonianza riflette un'esperienza personale. Non tutte le persone potrebbero ottenere lo stesso risultato clinico. Ti consigliamo di confrontarti con il tuo specialista di riferimento per considerare tutte le opzioni terapeutiche.

Ultimo aggiornamento: 03 12 2010

Section Navigation

Approfondimenti

Contatti

Medtronic Italia S.p.A.
Medtronic
Via Varesina 162
20156 Milano
Italia
work Tel. +39 02 24137.1
work Fax +39 02 24138.1
Italy