Discopatia degenerativa

Nonostante sia nota anche come malattia degenerativa discale, la discopatia degenerativa non è propriamente una malattia, ma il dolore che provoca è assolutamente reale. Infatti, che sia causata dall'invecchiamento o da una lesione, la discopatia degenerativa limita le normali attività quotidiane di chi ne è affetto, tanto da rendere necessario, in alcuni casi, persino l'intervento chirurgico.

Definizione

A fronte di una perdita del loro contenuto idrico a causa della malattia o dell'avanzamento dell'età, i dischi intervertebrali non sono più in grado di assorbire gli urti in modo adeguato, soprattutto quando si cammina, si corre o si salta. La distanza tra i corpi vertebrali risulta ridotta e, di conseguenza, si verifica una compressione delle strutture nervose presenti nella colonna vertebrale. 

Anche il deterioramento, la postura scorretta e i movimenti inappropriati del corpo possono indebolire il disco, causandone la degenerazione.

Cause

Per alcuni soggetti, la discopatia degenerativa è una condizione del normale processo di invecchiamento. Con il passare degli anni, i dischi intervertebrali possono perdere flessibilità, elasticità e potere ammortizzante. In taluni casi, questa condizione degenerativa può essere conseguenza di una lesione alla schiena.

Sintomi

I sintomi per stabilire se una persona che lamenta dolore alla schiena sia affetta o meno da discopatia degenerativa includono, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, dolore localizzato alla schiena, dolore irradiato ai glutei e agli arti inferiori, intorpidimento, formicolio e difficoltà nella deambulazione.

Diagnosi

La diagnosi di discopatia degenerativa inizia con un esame obiettivo completo, con particolare attenzione al collo, alla schiena e agli arti.

Il medico valuterà la flessibilità e l'ampiezza del movimento della schiena e la presenza di determinati segni, indice che le radici nervose della colonna vertebrale sono interessate da variazioni degenerative. Pertanto, spesso è necessaria la valutazione della resistenza dei muscoli e dei riflessi, al fine di esaminarne la funzionalità.

Al paziente può essere sottoposto uno schema finalizzato alla valutazione della sintomatologia dolorosa. Verrà domandato al paziente il sito in cui avverte sintomi come dolore, intorpidimento, formicolio e debolezza. In funzione dell'esito del questionario, il medico specialista potrebbe ritenere necessario il ricorso ad ulteriori accertamenti diagnostici strumentali, quali la radiografia o la risonanza magnetica (RM).

L'informazione contenuta in questo sito web non deve sostituire eventuali e possibili visite e colloqui con medici e specialisti di riferimento. Confrontati sempre con i tuoi riferimenti medici per la miglior diagnosi e terapia disponibile per la tua condizione clinica individuale.

Ultimo aggiornamento: 07 11 2010

Section Navigation

Approfondimenti

Contatti

Medtronic Italia S.p.A.
Medtronic
Via Varesina 162
20156 Milano
Italia
work Tel. +39 02 24137.1
work Fax +39 02 24138.1
Italy