Incontinenza fecale

Sono molte le persone che soffrono di incontinenza fecale. Quest'ultimo e altri problemi di controllo intestinale sono molto più comuni di quel che si pensa. L'incontinenza fecale colpisce 1 persona su 10 nel corso della vita1, ma esistono trattamenti efficaci. Abbiamo sfruttato la nostra esperienza per sviluppare un trattamento innovativo rivolto ai pazienti insoddisfatti delle terapie standard per l'incontinenza fecale.

Definizione

L'incontinenza fecale e i problemi di controllo intestinale impediscono al soggetto di mantenere il controllo su quando e con che frequenza è necessario andare in bagno. È possibile avere perdite inaspettate di feci, più o meno abbondanti; sussiste inoltre il rischio di non riuscire a raggiungere il bagno in tempo o di avvertire l'urgenza di dover andare in bagno. Alcuni soggetti sperimentano entrambe le situazioni.

Cause

Le cause all'origine dei disturbi del controllo intestinale sono molteplici. In molti casi, l'incontinenza fecale è provocata da un danno ai nervi o ai muscoli che controllano i movimenti degli sfinteri. Un simile danno potrebbe essere causato dalla chirurgia, dalla gravidanza o da una lesione. Altre condizioni o malattie che possono condurre all'incontinenza sono stitichezza, diarrea, diabete, sindrome infiammatoria intestinale e malattia di Parkinson. Anche certi farmaci possono influenzare il funzionamento intestinale. Una delle cause più comuni di incontinenza fecale negli anziani e nei disabili è la stitichezza. Se la stitichezza è all'origine del disturbo intestinale, sono disponibili ulteriori informazioni.

Sintomi

I sintomi dell'incontinenza fecale possono essere gravi o moderati e includono:

  • biancheria intima sporca o macchiata
  • incapacità di raggiungere il bagno in tempo (con o senza sensazione di urgenza)
  • completa mancanza di controllo intestinale

Questi sintomi possono associarsi ad altri, tra cui:

  • diarrea
  • stitichezza
  • gas e gonfiore addominale
  • crampi addominali
  • presenza di disturbi del controllo vescicale in aggiunta all'incontinenza fecale, entrambi trattabili contemporaneamente

Fattori di rischio

L'incontinenza fecale può colpire chiunque e, nonostante si presenti con maggior frequenza negli anziani, non fa parte del normale processo di invecchiamento. Anche gravidanza, parto, diabete e disturbi neurologici possono provocare incontinenza. Inoltre, le persone che soffrono di stitichezza, che hanno subito un intervento all'ano o che devono essere alimentate mediante un tubicino inserito direttamente nello stomaco possono sviluppare incontinenza fecale.

Diagnosi

Si consiglia di discutere dei sintomi e delle ripercussioni del disturbo sulle normali attività quotidiane con il medico, il quale formulerà una diagnosi sulla base della sintomatologia.

Bibliografia

  1. Linee guida del Royal College of Surgeons of England sull'incontinenza fecale (in inglese): www.rcseng.ac.uk/surgical_research_units/nccac/guidelines/figuidline.html.

L'informazione contenuta in questo sito web non deve sostituire eventuali e possibili visite e colloqui con medici e specialisti di riferimento. Confrontati sempre con i tuoi riferimenti medici per la miglior diagnosi e terapia disponibile per la tua condizione clinica individuale.

Ultimo aggiornamento: 07 05 2014

Section Navigation

Approfondimenti

Contatti

Medtronic Italia S.p.A.
Medtronic
Via Varesina 162
20156 Milano
Italia
work Tel. +39 02 24137.1
work Fax +39 02 24138.1
Italy