Cos'è uno shunt?

Gli shunt vengono utilizzati da oltre 50 anni per il trattamento dell'idrocefalo. Questi dispositivi agevolano il drenaggio del liquido cerebrospinale in eccesso verso altre aree del corpo.

Come funziona

Uno shunt è comunemente formato da due cateteri e da una valvola unidirezionale che regola la quantità, la direzione e la pressione del liquido cerebrospinale al di fuori dei ventricoli cerebrali.

Se la pressione del liquido cerebrospinale all'interno del cervello aumenta, la valvola unidirezionale si apre e drena il liquido in eccesso verso la cavità a valle.

Il liquor viene "smistato" utilizzando le seguenti tipologie di shunt:

  • lo shunt ventricolo-peritoneale indirizza il liquor dai ventricoli cerebrali verso la cavità addominale
  • lo shunt ventricolo-atriale indirizza il liquor dai ventricoli cerebrali verso una camera cardiaca
  • lo shunt lombo-peritoneale indirizza il liquor dalla zona lombare verso la cavità addominale

Valvole a pressione regolabile o fissa per il drenaggio del liquido cerebrospinale

Tra i diversi tipi di valvole per shunt esistenti, i due più comuni sono:

  • valvole a pressione fissa – regolano il flusso del liquor in base a una pressione di apertura preimpostata;
  • valvole a pressione regolabile – regolano il flusso del liquor in base a una pressione di apertura modificabile. Tramite un apposito strumento magnetico, il medico può modificare in modo non invasivo le impostazioni relative alla pressione durante una semplice visita ambulatoriale, senza dover ricorrere all'intervento chirurgico.

Dispositivi per il controllo valvolare antisifone

Entrambe le tipologie di valvole possono essere dotate di dispositivo per il controllo valvolare antisifone, volto a ridurre al minimo l'effetto della forza di gravità che può causare un eccessivo drenaggio del liquor quando il paziente è in posizione eretta.

Il chirurgo sceglierà il tipo di valvola in base alla forma di idrocefalo e ad altre condizioni cliniche del paziente.

Valvole con serbatoio

Alcune valvole sono dotate di un serbatoio che si presta a molteplici usi. Irrorando il serbatoio, il neurochirurgo può verificare il funzionamento dello shunt o prelevare del liquido cerebrospinale per effettuare studi di laboratorio.

Pompaggio della valvola per verificare il funzionamento dello shunt

In dettaglio – Pompaggio della valvola per verificare il funzionamento dello shunt

Prelievo di liquido cerebrospinale per studi di laboratorio

In dettaglio – Prelievo di liquido cerebrospinale per studi di laboratorio

Cateteri

Per il trattamento dell'idrocefalo non comunicante (ostruttivo), è necessario inserire un catetere nel ventricolo cerebrale. In caso di idrocefalo comunicante (non ostruttivo) il liquido cerebrospinale deve essere drenato dai ventricoli cerebrali o dalla colonna lombare verso un'altra cavità del corpo (in genere la cavità peritoneale). Gli shunt lombo-peritoneali sono, nella maggioranza dei casi, riservati agli adulti.

L'informazione contenuta in questo sito web non deve sostituire eventuali e possibili visite e colloqui con medici e specialisti di riferimento. Confrontati sempre con i tuoi riferimenti medici per la miglior diagnosi e terapia disponibile per la tua condizione clinica individuale.

Ultimo aggiornamento: 06 12 2010

Section Navigation

Approfondimenti

Contatti

Medtronic Italia S.p.A.
Medtronic
Via Varesina 162
20156 Milano
Italia
work Tel. +39 02 24137.1
work Fax +39 02 24138.1
Italy