Attività quotidiane - Neurostimolatori

Se praticata con successo, la neurostimolazione permette di gestire il dolore cronico e di migliorare la propria capacità di svolgere le normali attività quotidiane.1-6 Si consiglia di consultare il medico per sapere quali attività potrebbero risultare più facili con la neurostimolazione.

Vivere con un neurostimolatore

Dopo il periodo di guarigione iniziale (6-8 settimane), la terapia di sollievo dal dolore mediante neurostimolazione diventerà parte integrante della routine quotidiana.

Il neurostimolatore:

  • non emette alcun rumore
  • non è normalmente visibile attraverso i vestiti
  • è avvertibile come una leggera protuberanza sottopelle
  • può essere regolato utilizzando un programmatore portatile (simile a un cellulare o a un cercapersone)

Visite di controllo

Un classico programma di follow-up prevede una visita ogni 6 mesi, sebbene inizialmente il sistema di neurostimolazione possa richiedere regolazioni più frequenti. In base al piano di trattamento del dolore concordato, il medico potrebbe voler visitare il paziente con maggiore o minore frequenza.

Tra una visita e l'altra, si consiglia di consultare il medico se:

  • si sperimenta dolore supplementare/insolito
  • si notano cambiamenti nella qualità della stimolazione o non si avverte alcuna sensazione quando il sistema di neurostimolazione è acceso
  • si tende ad aumentare la stimolazione con una frequenza superiore al normale
  • il pattern di stimolazione cambia improvvisamente

Aspettative realistiche

Avere delle aspettative realistiche è di fondamentale importanza per essere soddisfatti della terapia del dolore. È importante ricordare che il neurostimolatore non elimina la fonte di dolore e non cura la patologia sottostante, ma può contribuire alla gestione del dolore.

Rimozione del neurostimolatore

Se il neurostimolatore non è più necessario o se il paziente cambia idea riguardo al trattamento, il medico può spegnere il dispositivo e rimuoverlo.

Bibliografia

  1. North R, Kidd D, Zuhurak, M, et al. Spinal Cord Stimulation for Chronic, Intractable Pain: Experience Over Two Decades. Neurosurgery 1993;32 384-395.
  2. Kumar K, Toth C, Nath R, et al. Epidural Spinal Cord Stimulation for Treatment of Chronic Pain – Some Predictors of Success. A 15-Year Experience. Surg Neurol 1998;50:110-121.
  3. De La Porte C, Van de Kelft E. Spinal Cord Stimulation in Failed Back Surgery Syndrome. Pain 1993;52:55-61.
  4. Devulder J, De Laat M, Van Bastalaere M, et al. Spinal Cord Stimulation: A Valuable Treatment for Chronic Failed Back Surgery Patients. J Pain Symptom Manage 1997;13:296-301.
  5. Burchiel K, Anderson V, et al. Prospective, Multicenter Study of Spinal Cord Stimulation for Relief of Chronic Back and Extremity Pain. Spine 1996;21:2786-2794.
  6. Turner J, Loeser J, Bell K. Spinal Cord Stimulation for Chronic Low Back Pain: A Systematic Literature Synthesis. Neurosurgery 1995;37:1088-1096.

L'informazione contenuta in questo sito web non deve sostituire eventuali e possibili visite e colloqui con medici e specialisti di riferimento. Confrontati sempre con i tuoi riferimenti medici per la miglior diagnosi e terapia disponibile per la tua condizione clinica individuale.

Ultimo aggiornamento: 05 12 2010

Section Navigation

Approfondimenti

Contatti

Medtronic Italia S.p.A.
Medtronic
Via Varesina 162
20156 Milano
Italia
work Tel. +39 02 24137.1
work Fax +39 02 24138.1
Italy