Rischi e benefici – Terapia con DBS

Avendo ottenuto lo status di Humanitarian Device Exemption, la terapia con DBS per il trattamento del DOC può essere utilizzata come adiuvante ai farmaci e quale alternativa alla capsulotomia anteriore per il trattamento di pazienti adulti con grave disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) cronico resistente ai farmaci, nei soggetti che non hanno ottenuto risultati tangibili con almeno tre inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI).

Benefici

La terapia con DBS per il DOC può contribuire al controllo dei sintomi, ma non costituisce una cura. Una volta acceso, il sistema per la DBS invia impulsi in grado di ridurre i sintomi del DOC. Ciò implica la probabile ricomparsa dei sintomi nel caso in cui la stimolazione venga interrotta.

  • Conservativa – la terapia con DBS non è pensata per distruggere le cellule nervose o i tessuti sani, come accade con gli interventi di chirurgia invasiva.
  • Reversibile – la stimolazione cerebrale profonda è reversibile. Se la terapia non è efficace, può essere interrotta e il sistema rimosso.
  • Regolabile – il medico usa uno speciale computer per regolare i livelli di stimolazione in modalità wireless. Per individuare il livello di stimolazione corretto per il paziente possono occorrere diversi mesi.

Rischi

Tra i rischi della terapia con DBS rientrano i rischi correlati all'intervento chirurgico, gli effetti collaterali della stimolazione o eventuali complicanze legate al dispositivo.

Il medico sarà in grado di fornire maggiori informazioni su questi e altri potenziali rischi ed effetti collaterali. Molti effetti collaterali correlati alla stimolazione possono essere gestiti regolando i parametri di stimolazione. Per individuare i parametri di stimolazione migliori sono in genere necessarie diverse visite di follow-up.

Inoltre, le batterie del neurostimolatore dovranno essere sostituite dopo un certo numero di mesi o anni, in base al livello di stimolazione necessario. La sostituzione viene eseguita mediante una procedura chirurgica senza che il paziente debba essere ricoverato per la notte.

I rischi chirurgici includono:

  • paralisi, coma e/o morte
  • sanguinamento cerebrale (emorragia intracranica)
  • perdita di liquido cerebrospinale
  • convulsioni
  • infezione
  • risposta allergica al materiale d'impianto
  • complicanze neurologiche transitorie o permanenti
  • confusione o disturbi dell'attenzione
  • dolore in corrispondenza dei siti chirurgici
  • mal di testa

Effetti collaterali

I possibili effetti collaterali della stimolazione cerebrale includono:

  • idee di suicidio e depressione
  • aumento dei sintomi del DOC
  • cambiamenti dell'umore (positivi e negativi)
  • aumento dell'ansia
  • disturbi gastrointestinali
  • sensazioni quali formicolio (parestesia), odori o sapori
  • vertigini o stordimento (perdita dell'equilibrio)
  • debolezza muscolare a livello di viso e arti o paralisi parziale (paresi)
  • vampate di calore al volto o contrazioni dei muscoli faciali
  • sensazione di sussulto o urto
  • intorpidimento (ipoestesia)
  • aumento della frequenza cardiaca
  • iperattività o euforia (ipomania)

Il medico deve monitorare attentamente il paziente per rilevare eventuali sintomi di depressione, ansia e/o ipomania/mania. Tali sintomi includono, fra gli altri, modifiche nel comportamento alimentare e nel sonno, disinibizione, rabbia, aggressività e una predisposizione agli incidenti.

Se i parametri di stimolazione sono impostati su un livello troppo elevato, possono verificarsi danni al tessuto cerebrale. Il medico verrà avvisato quando i parametri di stimolazione superano una certa densità di carica.

Complicanze legate al dispositivo

Le possibili complicanze associate al dispositivo includono:

  • dolore, difficoltà di guarigione o infezione in corrispondenza del sito di impianto dei componenti del sistema
  • infezione o formazione di tessuto cicatriziale in conseguenza della lacerazione della cute da parte dei componenti del sistema di stimolazione
  • reintervento chirurgico in caso di dislocazione dell'elettrocatetere o del connettore elettrocatetere/prolunga, o qualora si verifichino problemi meccanici o elettrici
  • reazione allergica al sistema di stimolazione cerebrale o rigetto dello stesso da parte dell'organismo
  • lesione dei tessuti dovuta ai parametri di programmazione o al malfunzionamento di uno dei componenti del sistema di stimolazione nervosa

 

L'informazione contenuta in questo sito web non deve sostituire eventuali e possibili visite e colloqui con medici e specialisti di riferimento. Confrontati sempre con i tuoi riferimenti medici per la miglior diagnosi e terapia disponibile per la tua condizione clinica individuale.

Ultimo aggiornamento: 19 04 2016

Section Navigation

Approfondimenti

Contatti

Medtronic Italia S.p.A.
Medtronic
Via Varesina 162
20156 Milano
Italia
work Tel. +39 02 24137.1
work Fax +39 02 24138.1
Italy