Cos'è la terapia con DBS per il disturbo ossessivo-compulsivo?

La terapia di stimolazione cerebrale profonda (DBS) per il trattamento del disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) si focalizza su specifiche aree del cervello associate a tale condizione.

Come funziona

La DBS utilizza un dispositivo medico impiantato chirurgicamente, simile a un pacemaker cardiaco, per inviare una stimolazione elettrica finemente controllata. Tale stimolazione è diretta a una precisa struttura cerebrale, il braccio anteriore della capsula interna, area alla quale talvolta si fa riferimento con la dizione capsula anteriore/striato ventrale.

La terapia con DBS tratta i sintomi della malattia. Tuttavia non costituisce una cura e alcuni sintomi possono perdurare anche durante il trattamento. Questi, probabilmente, ricompariranno inoltre in caso di sospensione della stimolazione.

Il sistema di DBS Medtronic prevede l'impianto dei seguenti componenti:

  • due elettrocateteri – sottili fili isolati dotati di quattro elettrodi alle estremità. Gli elettrocateteri vengono impiantati nel cervello;
  • due estensioni – cavi connessi agli elettrocateteri che decorrono sottopelle dal capo fino alla parte superiore del torace;
  • un neurostimolatore – collegato all'estensione. Questo dispositivo compatto e sigillato, simile a un pacemaker cardiaco, contiene una batteria e componenti elettronici. Il neurostimolatore viene impiantato sottopelle nel torace, al di sotto della clavicola. A seconda delle necessità possono essere impiantati uno o due neurostimolatori.

    Il neurostimolatore, talvolta denominato “pacemaker cerebrale”, produce gli impulsi elettrici necessari per la stimolazione. Questi vengono condotti, attraverso l'estensione e l'elettrocatetere, a determinate aree del cervello e possono essere regolati in modalità wireless per controllare o modificare le impostazioni del neurostimolatore.

La regolazione degli impulsi potrà essere eseguita dal medico in modalità wireless per controllare o modificare le impostazioni del neurostimolatore.

Funzionamento del sistema

Mediante un piccolo programmatore portatile, il paziente può accendere e spegnere il sistema tenendo il dispositivo premuto per 1 o 2 secondi sulla zona in cui il neurostimolatore è stato impiantato (appena sotto la clavicola). Nella maggior parte dei casi, tuttavia, il neurostimolatore rimane sempre acceso.

Reclaim DBS Therapy System with Two Neurostimulators

Sistema di DBS con due neurostimolatori

Individuazione del livello di stimolazione corretto

Una volta attivato, dopo l'intervento, il neurostimolatore può essere programmato dal medico al fine di individuare il livello di stimolazione capace di offrire i migliori benefici riducendo al minimo gli effetti collaterali. Per farlo, viene utilizzato uno speciale computer che consente di eseguire la regolazione del dispositivo in modo non invasivo. Per individuare il livello di stimolazione corretto possono occorrere diversi mesi.

A seconda delle impostazioni del dispositivo, la batteria del neurostimolatore può durare da 6 a 16 mesi. La sostituzione viene eseguita mediante una procedura chirurgica senza che il paziente debba essere ricoverato per la notte. Gli elettrocateteri e le estensioni in genere non necessitano di sostituzione.

 

L'informazione contenuta in questo sito web non deve sostituire eventuali e possibili visite e colloqui con medici e specialisti di riferimento. Confrontati sempre con i tuoi riferimenti medici per la miglior diagnosi e terapia disponibile per la tua condizione clinica individuale.

Ultimo aggiornamento: 27 10 2010

Section Navigation

Approfondimenti

Contatti

Medtronic Italia S.p.A.
Medtronic
Via Varesina 162
20156 Milano
Italia
work Tel. +39 02 24137.1
work Fax +39 02 24138.1
Italy