Procedura: cosa aspettarsi – Impianto di stent

L'impianto di stent viene eseguito in una sala operatoria specificamente attrezzata, chiamata laboratorio di cateterismo cardiaco, da un cardiologo interventista, un medico specializzato in angioplastica e impianto di stent. Il team medico includerà anche infermieri e tecnici del laboratorio di cateterismo.

Stent placed inside a coronary artery

In dettaglio - Stent posizionato all'interno di un'arteria coronaria

Prima dell'intervento

Il medico stabilirà quale sia la sede anatomica migliore da cui accedere al sistema arterioso – l'area inguinale, il polso o il braccio. L'area selezionata sarà quindi detersa, depilata e desensibilizzata con un anestetico locale. Se l'intervento non è eseguito in urgenza, al paziente sarà chiesto di attenersi a determinate istruzioni in preparazione all'intervento.

Il medico avrà bisogno di sapere quali altri farmaci sta assumendo il paziente. Nella maggior parte dei casi non verrà richiesta l'interruzione delle eventuali terapie farmacologiche in corso, in particolare se si tratta di anti-ipertensivi. Sarà in ogni caso necessario stabilire insieme al medico quali farmaci possono essere assunti e quali devono essere sospesi.

È inoltre importante che il medico sia informato se il/la paziente:

  • non può assumere acido acetilsalicilico
  • soffre di allergie
  • ha avuto in passato problemi di sanguinamento
  • è o potrebbe essere in stato interessante, oppure sta allattando al seno
  • prevede di sottoporsi ad altri interventi o a procedure ortodontiche nell'immediato futuro

Il medico potrà prescrivere l'assunzione di acido acetilsalicilico e di altri farmaci per diversi giorni prima dell'intervento. Tali sostanze aiuteranno evitare la formazione di coaguli di sangue durante l'operazione.

Al paziente sarà chiesto di astenersi dall'ingerire cibi solidi e liquidi per un determinato periodo di tempo prima dell'intervento, limitandosi inoltre ad assumere eventuali farmaci ammessi dal medico con una piccola quantità di acqua.

Durante l'intervento

Gli stent vengono inseriti in un'arteria mediante un catetere, come accade in una procedura di angioplastica. Durante l'intervento il paziente giacerà supino sul tavolo operatorio, collegato a dispositivi per il monitoraggio della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna.

L'impianto di stent incomincerà con un esame angiografico per stabilire il numero e l'esatta ubicazione delle ostruzioni.

Blocked coronary artery

In dettaglio - Arteria coronaria ostruita

Dopo avere stabilito quali eventuali ostruzioni necessitino di trattamento, il medico procederà con l'impianto dello stent:

  1. Sotto guida radiografica, farà avanzare un filo sottile attraverso il catetere fino a raggiungere la sede di intervento all'interno dell'arteria coronaria; quindi penetrerà nell'ostruzione per fornire un supporto al sistema di posizionamento dello stent.
  2. Un palloncino sgonfio sarà sospinto fino all'altezza dell'ostruzione lungo il filo precedentemente posizionato. Una volta collocato all'interno dell'ostruzione, il palloncino verrà gonfiato, comprimendo così la placca contro le pareti dell'arteria coronaria e liberando il lume del vaso.
  3. Quindi verrà fatto avanzare fino all'ostruzione un altro palloncino sgonfio sul quale sarà montato uno stent. Una volta collocato all'interno dell'ostruzione, il palloncino verrà gonfiato, espandendo così lo stent dal quale è avvolto. Lo stent si fisserà in sede contro la parete dell'arteria, andando a costituire un'impalcatura che mantenga il vaso pervio. (Accade spesso che i pazienti avvertano un lieve fastidio durante il gonfiamento del palloncino a causa della tensione a cui viene sottoposta la parete arteriosa. Il fastidio dovrebbe scomparire non appena il palloncino viene sgonfiato.)
  4. Dopo avere portato lo stent alla massima espansione, verranno eseguite ulteriori radiografie per stabilire se il dispositivo si sia aperto del tutto e per verificare il miglioramento del flusso sanguigno. Il medico potrà decidere di ripetere l'operazione di gonfiamento del palloncino per assicurarsi che lo stent aderisca saldamente alla parete del vaso.
  5. Una volta appurato il corretto impianto dello stent e il ripristino di un flusso ematico adeguato, si procederà alla rimozione del palloncino, del catetere e del filo guida.

Dopo l'intervento

Il paziente dovrà programmare una notte di degenza in ospedale e organizzarsi affinché qualcuno lo riconduca a casa una volta ottenuto il permesso di dimissione. È inoltre importante che segua le istruzioni fornite dal medico in merito all'assunzione di farmaci.

L'informazione contenuta in questo sito web non deve sostituire eventuali e possibili visite e colloqui con medici e specialisti di riferimento. Confrontati sempre con i tuoi riferimenti medici per la miglior diagnosi e terapia disponibile per la tua condizione clinica individuale.

Ultimo aggiornamento: 25 11 2010

Section Navigation

Approfondimenti

Contatti

Medtronic Italia S.p.A.
Medtronic
Via Varesina 162
20156 Milano
Italia
work Tel. +39 02 24137.1
work Fax +39 02 24138.1

Per maggiori info

Italy