Opzioni terapeutiche

Nei pazienti affetti da angina pectoris refrattaria, uno stile di vita sano (comunque necessario per evitare i rischi associati) e la terapia farmacologica anti-ischemica non sono sufficienti al trattamento della patologia anginosa. Tali pazienti inoltre non sono candidabili alla rivascolarizzazione, o per i rischi associati all’intervento o per l’assenza di beneficio che ne conseguirebbe. In questa situazione l’approccio terapeutico consiste non nella rimozione della causa ischemica ma nel contenimento del dolore anginoso, secondo le modalità ritenute opportune dal medico curante.

Tra le opzioni possibili vi sono la contropulsazione esterna (una procedura non invasiva somministrata con manicotti posizionati sulle gambe che, in sincronia al segnale ECG, si gonfiano e si sgonfiano durante le diverse fasi del ciclo cardiaco, facilitando il ritorno venoso e il lavoro cardiaco), la stimolazione del midollo spinale (Spinal Cord Stimulation, SCS) e tecniche invasive meno utilizzate (rivascolarizzazione mediante laser, tecniche neurodistruttive)

L'informazione contenuta in questo sito web non deve sostituire eventuali e possibili visite e colloqui con medici e specialisti di riferimento. Confrontati sempre con i tuoi riferimenti medici per la miglior diagnosi e terapia disponibile per la tua condizione clinica individuale.

Ultimo aggiornamento: 25 11 2010

Section Navigation

Approfondimenti

Contatti

Medtronic Italia S.p.A.
Medtronic
Via Varesina 162
20156 Milano
Italia
work Tel. +39 02 24137.1
work Fax +39 02 24138.1
Italy