La storia di Od

Gli aneurismi aortici si sviluppano spesso senza sintomi. Come il caso di Od, un dirigente scolastico in pensione che vive in California. Nel 2002, OD si ammalò di polmonite, una condizione potenzialmente seria causata da una infezione. I sintomi possono essere difficili da scoprire, ma spesso includono dolore al petto, dolore addominale e palpitazioni cardiache. Quando si sospetta una polmonite, i medici controllano i polmoni per individuare l’eventuale presenza di infiammazione ed eseguono raggi x al torace per individuare il luogo (per localizzare) dell’infezione. E fu durante questo esame che i dottori scoprirono il problema al cuore di OD. Due valvole del suo cuore erano infatti deteriorate e correvano il pericolo di sciogliersi. Ma non finiva qui (non era tutto). Mentre O.D si stava preparando per l’interevento a cuore aperto, il suo medico scoprì che aveva anche un aneurisma aortico addominale che occorreva riparare. Il dilemma consisteva in quale intervento fare per prima: sostituire le valvole o riparare l’aneurisma? Si decise che la sostituzione della valvola era l’operazione più critica (urgente). Così nel 2003, O.D subì un intervento a cuore aperto. Un anno dopo che era completamente guarito, il Dottor Daniel Dawson riparò l’aneurisma aortico addominale (utilizzando un innesto Stent Medtronic Amenrx AAAdvontage). Di solito la chirurgia a cuore aperto risulta molto più invasiva rispetto ad un intervento di aneurisma endovascolare. La maggior parte dei pazienti può trascorrere diversi giorni in terapia intensiva e una settimana o poco più in ospedale. Trapiantare uno stent endovascolare è invece meno invasivo: i pazienti possono essere dimessi dai 2 ai 4 giorni dopo l’intervento. O.D ricorda perfettamente il suo ricovero per l’intervento a cuore aperto ma non ricorda quello per l’innesto dello stent eccetto che per la piccola ferita interna alla coscia, che tuttavia si cicatrizzò subito, dove gli venne inserito un catetere. Oggi OD non si preoccupa più del suo stent che non interferisce affatto con la  vita quotidiana; si sente bene e si esercita regolarmente nel centro di riabilitazione. Oggi OD sottolinea sempre l’importanza dello screening dell’aneurisma aortico addominale. Consiglia di farlo a tutti e si ritiene fortunato perché il suo medico l’ha scoperto in tempo; la diagnosi precoce può salvare la vita.

Questa testimonianza riflette un'esperienza personale. Non tutte le persone potrebbero ottenere lo stesso risultato clinico. Ti consigliamo di confrontarti con il tuo specialista di riferimento per considerare tutte le opzioni terapeutiche.

Ultimo aggiornamento: 25 11 2010

Section Navigation

Approfondimenti

Contatti

Medtronic Italia S.p.A.
Medtronic
Via Varesina 162
20156 Milano
Italia
work Tel. +39 02 24137.1
work Fax +39 02 24138.1
Italy