Neurostimolatori per il Dolore

Nel 1969 veniva utilizzato il primo elettrostimolatore delle vie nervose poste nella colonna vertebrale per il controllo del dolore ma è solo nel 1983 che viene introdotto il primo elettrodo nel sistema nervoso ed il primo pacemaker completamente impiantabile per il trattamento del dolore cronico. In oltre quarant'anni la tecnologia medica è così riuscita ad ottenere risultati importanti e dispositivi efficaci per il controllo del dolore cronico

La Neurostimolazione spinale (SCS – Spinal Cord Stimulation) consiste nella stimolazione elettrica selettiva del midollo spinale tramite elettrocateteri impiantati nello spazio epidurale e connessi a un generatore di impulsi. Gli impulsi agiscono in modo da modificare la percezione del dolore nelle zone algiche, che si trasforma in un leggero formicolio, detto parestesia.

La SCS è una terapia completamente reversibile e comporta una procedura chirurgica semplice, che può essere effettuata senza rischio anche su pazienti nei quali le condizioni cliniche sconsigliano un intervento chirurgico.
 
Per saperne di più: Dolore schiena e gambe

Per saperne di più: Sindrome dolorosa regionale 

Per saperne di più: Dolore neuropatico

 

 

Ultimo aggiornamento: 18 11 2010

Section Navigation

Approfondimenti

Italy